Finanziamenti per 380 milioni imprese e competitività ricerca sviluppo industriale

Finanziamenti per 380 milioni imprese e competitività ricerca sviluppo industriale : strategici per il Mezzogiorno

Online due decreti del Mise che rendono disponibili complessivamente 380 milioni di euro, a valere sulle risorse del PON Imprese & Competitività 2014-2020, per promuovere l’innovazione e accrescere la competitività delle piccole e medie imprese del Mezzogiorno attraverso il finanziamento di progetti di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale.

Di questi 180 sono destinati al sostegno di progetti finalizzati alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo di tecnologie, riconducibili alle aree tematiche individuate dalla Tecnologie riconducibili alle “Sfide per la società” del programma Orizzonte 2020
Potranno accedere alle agevolazioni anche i progetti di ricerca e sviluppo presentati nella fase 2 del programma Strumento PMI Orizzonte 2020 valutati positivamente ma non finanziati ai quali è stato riconosciuto, dalla Commissione Europea, il Seal of Excellence.
Strategia nazionale di specializzazione intelligente da realizzarsi nelle Regioni meno sviluppate (Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia) e nelle Regioni in transizione (Abruzzo, Molise, Sardegna).

Sette le tematiche prioritarie:

  1. Fabbricazione e trasformazione avanzate
  2. Spazio
  3. Tecnologia dell’informazione e della comunicazione (Tic)
  4. Nanotecnologie
  5. Materiali avanzati
  6. Biotecnologie
  7. Fabbricazione e trasformazione avanzate
  8. Spazio

Per il finanziamento dei progetti, che devono prevedere spese non inferiori a 800.000 euro e non superiori a 5.000.000, sarà concesso un finanziamento agevolato (pari al 20% delle spese) ed un contributo diretto alla spesa, variabile in base alla dimensione dell’azienda e alla tipologia di attività.

Per le sole Regioni meno sviluppate sono inoltre disponibili 200 milioni di euro per uno strumento destinato a Grandi progetti di R&S che prevede due distinti interventi agevolativi:
Industria sostenibile
Agenda digitale
I programmi dovranno prevedere spese tra 5.000.000 e 40.000.000 di euro.
I progetti che ricadono nei territori ammissibili – Regioni meno sviluppate e Regioni in transizione – presentati in forma congiunta potranno essere realizzati, per una quota non superiore al 35% dei costi ammissibili, anche in altre aree del territorio nazionale.

I termini di apertura e le modalità di presentazione delle domande saranno definiti con successivo provvedimento.
Decreto ministeriale 1 giugno 2016 – bando Grandi progetti R&S Pon
Decreto ministeriale 1 giugno 2016 – bando Orizzonte 2020 Pon
Contatti: adg.ponic@mise.gov.it

fonte : http://www.sviluppoeconomico.gov.it/

DIFFONDERE I PRINCIPI DELLA RSI ( Responsabilità Sociale dell’Impresa ) COME LEVA COMPETITIVA DELLA STRATEGIA AZIENDALE

Efficientamento energetico
in collaborazione con
​REGIONE VENETO Formazione GRATUITA
POR FSE DGR 948

DIFFONDERE I PRINCIPI DELLA RSI ( Responsabilità Sociale dell’Impresa ) COME LEVA COMPETITIVA DELLA STRATEGIA AZIENDALE

by WWW.EFFICIENTAMENTO-ENERGETICO.it

CONTRIBUTI PER LA GESTIONE DELL’ENERGIA NELLE PMI VENETE

FSE e FESR anno 2016 – Regione Veneto – “Responsabilmente” (DGR nr. 948 del 22 giugno 2016)

CONTENUTI DEL PROGETTO:
Progetto di formazione e consulenza coprirà gli argomenti essenziali di ogni aspetto della gestione dell’energia in azienda:
dall’orientamento tra i fornitori di energia, alla valutazione degli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica, alla verifica dei risultati in termini di risparmi energetici ottenuti.

STRUTTURA DEL PROGETTO
Saranno realizzati Interventi aziendali, relativi al fabbisogno specifico di ogni impresa aderente al progetto.

OBIETTIVI DEL PROGETTO

Alla fine degli interventi i partecipanti al progetto sapranno:
Individuare i contratti di approvvigionamento energetico più convenienti;
Conoscere i principali requisiti normativi nella gestione dell’edificio-impianto;
Conoscere i sistemi di gestione dell’energia;
Conoscere i principi dell’audit energetico;
Selezionare interventi di miglioramento dell’efficienza energetica adeguati;
Valutare i progetti in termini di esiti lungo tutta la vita degli impianti;
Verificare i risultati del monitoraggio post-intervento per quantificare i risparmi energetici ottenuti.

ATTIVITA’ OGGETTO DEL CONTRIBUTO

• Attività di formazione e consulenza destinate a dipendenti, titolari e liberi professionisti;
• Acquisto/leasing di beni mobili e immobili correlati alle attività del progetto.

MISURA AGEVOLAZIONI

Contributi a Fondo Perduto.

TEMPI E SCADENZE

Si dovrà presentare la domanda entro il 31/07/2016.

Per ulteriori informazioni contattare il Sig. Giampaolo Conti cell: 348.7338376